Mar Morto

Dove si trova il Mar Morto

Il Mar Morto (che in realtà è un lago) si trova tra Giordania e Israele, in fondo alla Valle del Giordano. Il suo bacino è situato circa  430 metri sotto il livello del mare e costituisce il punto più basso della terra.

Caratterizzato da una concentrazione salina dieci volte superiore a quella dell’oceano, il Mar Morto si trova in un’ambientazione rocciosa e inospitale per il clima particolarmente caldo e secco. Questo specchio d’acqua anticamente era una laguna collegata al Mediterraneo che, in seguito al sollevamento di alcune placche tettoniche, assunse la sua attuale conformazione.

Le sue coste, in parte sabbiose e in parte rocciose, sono intervallate da montagne che scendono a picco nel mare e da terreni lussureggianti localizzati prevalentemente nella zona settentrionale.

STATI: Giordania, Israele, Palestina

ALTITUDINE: -423 m s.l.m.

SUPERFICIE: 650 km²

PROFONDITà MEDIA: 200 m

SVILUPPO COSTIERO: 135 km

Perché si chiama Mar Morto

A causa della sua elevatissima salinità, le acque del Mar Morto non consentono la sopravvivenza a nessuna specie animale o vegetale, tranne ad alcune tipologie di microrganismi che si sono adattati a queste estreme condizioni ambientali.

Il fatto che la vita non sia possibile all’interno di questo specchio d’acqua ha consentito che venisse chiamato appunto Mar Morto.
Grazie all’eccessiva percentuale di salinità è sconsigliabile tuffarsi nelle sue acque per evitare nocive irritazioni agli occhi, anche se l’alta densità superficiale del bacino idrico consente di galleggiare con estrema facilità.

Mar morto spiaggia

Benefici del Mar Morto

La particolare composizione delle acque del Mar Morto, ricchissime di sali minerali, unitamente alla sua temperatura tiepida offrono numerosi benefici per varie patologie dermatologiche e osteo-articolari, tra cui:

  • L’artrite (disturbo di tipo infiammatorio): trova vantaggio dal contatto con l’acqua del Mar Morto oppure dall’applicazione di fanghi caldi.
  • La vitiligine (problema alla pelle provocato da depigmentazione e patch): viene trattata con acque di questo genere che, in molti casi, consentono una progressiva ripigmentazione cutanea.
  • La psoriasi (malattia dell’apparato tegumentario consistente nell’insorgenza di macchie arrossate): si attenua notevolmente in seguito a terapie con acqua del Mar Morto, fino ad arrivare ad una completa remissione dei sintomi nell’80% dei casi.

Perchè si galleggia sul Mar Morto

L’elevatissima concentrazione salina del Mar Morto, responsabile della sua notevole densità, assicura il galleggiamento al corpo umano, che non può affondare per nessun motivo.

Grazie a tale densità, l’acqua del Mar Morto spinge verso l’alto qualsiasi corpo che vi sia immerso, impedendo quindi l’affondamento.
Questa caratteristica delle acque però rende particolarmente difficoltoso, se non impossibile, il nuoto; pertanto a chi entra nel bacino è consentito soltanto galleggiare.

Il peso specifico delle acque è molto elevato, così come la loro evaporazione, ed è proprio da questi fattori che dipende lo stravagante fenomeno del “galleggiamento forzato”.

Mar morto galleggiamento

Le spiagge del Mar Morto

La strada che porta da Amman al Mar Morto finisce su uno svincolo a T: svoltando a destra vi dirigete verso la zona dei resort, mentre la strada minore porta al sito del Battesimo.
Circa 2km a sud della zona alberghiera si trova Amman Beach (non fatevi ingannare dal suo nome, Amman si trova a un’ora di distanza!). Amman Beach è la spiaggia più accessibile ed economica, qui vicino c’è anche il terminal con parcheggio per gli autobus pubblici. La spiaggia è composta di due aree distinte: la spiaggia principale non ha grandi strutture e appare un po’ sciatta. La seconda area dispone invece di una piscina e di un noleggio asciugamani ed armadietti. Qui potete anche mettervi in bikini senza problemi!

O Beach, al contrario di Amman Beach, di trova a soli 2km a sud di Amman. E’ una località balneare con spiaggia di sabbia attrezzate con strutture moderne e confortevoli: piscine, sdraio imbottite, bar, spa di lusso e ristoranti.

Cosa fare al Mar Morto

Se state trascorrendo una giornata relax al Mar Morto tra galleggiamento, fanghi e trattamenti di bellezza, ma ad un certo punto volete esplorare un po’ la zona, sappiate che da qui potete facilmente raggiungere il Sito del Battesimo, Madaba e il Wadi Mujib.

Il sito del Battesimo

Il Sito del Battesimo (Betania), è situato sulla riva est del fiume Giordano. Si dice fosse il luogo in cui Giovanni Battista visse e, probabilmente, battezzò Gesù Cristo. Per questo motivo, la pianura che circonda il sito costituisce un importante centro spirituale sin dai temi dell’Antico Testamento e rappresenta una delle mete di pellegrinaggio cristiano più importanti in Medio Oriente.

Madaba

Madaba è conosciuta come la città dei mosaici. Qui, oltre a perdervi tra le viette del centro piene di negozi di artigianato locale, potrete visitare la Chiesa di San Giorgio, dove è contenuto il mosaico della mappa della Terra Santa. Per saperne di più su Madaba, leggi il nostro articolo del blog.

Il Monte Nebo

Si tratta di uno dei luoghi sacri più cari a ebrei, cristiani e musulmani, dal quale Mosè vide per la prima volta la tanto agognata Terra Santa. Secondo la tradizione ebraica e cristiana Mosè fu sepolto qui, ma secondo i musulmani (che lo considerano uno dei profeti) il suo corpo fu sepolto oltre il fiume Giordano. Per saperne di più, leggi il nostro articolo del blog.

Il Wadi Mujib

Il Wadi Mujib è un canyon profondo 500 metri e largo 4 km che si può esplorare seguendo diversi percorsi di trekking. Per saperne di più su Madaba, leggi il nostro articolo del blog.

Il Mar Morto sta scomparendo

Sapete che la Giordania è tra i 5 paesi più aridi al mondo?
Per questo motivo tutte le valli principali verso il Mar Morto sono interrotte da dighe, nel tentativo di contenere le acque degli immissari del lago. Il livello del Mar Morto, nel frattempo, diminuisce rapidamente di circa 1 metro all’anno.
La svolta per risolvere il problema potrebbe arrivare dalla realizzazione del canale Mar Rosso-Mar Morto, ribattezzato “Canale della pace”, che consisterebbe in 180 chilometri di condotto con la funzione di trasporterebbe acqua dal primo mare fino al secondo, rispondendo all’emergenza regionale di acqua per almeno 50 anni.
 
‼️ Quando veniamo in Giordania, ricordiamoci di non sprecare l’acqua.

Dove mangiare al Mar Morto

I nostri ristoranti preferiti sul Mar Morto sono:

  • Al Deera – E’ il ristorante dell’Holiday Inn Resort, che propone, oltre a dell’ottimo cibo locale, anche una vasta scelta di piatti internazionali. 
  • Burj Al Hamam -Questo ristorante perfeziona “l’arte della cucina libanese” da oltre 40 anni. Offre una vasta gamma di piatti tipici libanesi e casalinghi.
  • Per maggiori dettagli consulta l’articolo del nostro blog Dove Mangiare In Giordania.

Dove dormire al Mar Morto

Come spostarsi dal Mar Morto

Quando si è formato il Mar Morto?

La formazione del Mar Morto risale a circa 30 milioni di anni fa quando dall’Africa si staccò la Penisola Araba spostandosi a nord-est e creando così un bacino che venne chiamato Mar Morto.

Perchè il Mar Morto si chiama così?

Per via del fatto che a causa della sua salinità estremamente elevata non consente la sopravvivenza a nessuna specie vegetale o animale.

Dove Rimane il Mar Morto?

Il Mar Morto è situato tra Israele e la Giordania in fondo alla Valle del Giordania.

Dal Mar Morto ad Amman

Per spostarvi dal Mar Morto ad Amman avete due opzioni: prendere un taxi oppure ordinare Uber (15/20JD). Tempo di percorrenza: 30/40 min.

Quanto è salato il Mar Morto

La Salinità del mar morto è circa dieci volte maggiore rispetto a quella degli oceani. Circa 300g per Kg di acqua

Cerchi un'esperienza unica?

Parti con noi alla scoperta della Giordania!

Last Updated on Giugno 28, 2021 by Martina

Mini GUIDA sulla Giordania

Inserisci la mail per ricevere la nostra mini guida.

Organizziamo il tuo viaggio in Giordania